Niente sarà come prima…

Niente sarà come prima. Anzi tutto sarà come prima

L’uomo, dall’inizio dei tempi, di fronte alla moltitudine di sciagure che ha vissuto, quasi sempre principiandole lui di suo pugno, ha urlato inutilmente l’inizio di un tempo nuovo e inedito, che poi ogni volta non accade. Forse perché nel suo “urlo” manca la sua stessa voce?

Daniele Mencarelli

Un pensiero su “Niente sarà come prima…

  1. Dopo una tragedia “globalizzata” , ognuno di noi desidera che tutto cambi, in meglio possibilmente, e comunque al di fuori di noi. Perché, come i bambini, crediamo ancora alle magie. Invece, proprio come i bambini, abbiamo bisogno di vedere adulti veri che si mettano in gioco personalmente con responsabilità per cambiare.

Rispondi